Translate

IL BLOG DI LEONARDO MANETTI SUL CHIANTI E LE SUE CAPITALI: FIRENZE E SIENA
E SE ANCHE TU VUOI PUBBLICARE QUALCOSA SU QUESTA TERRA CONTATTAMI

venerdì 22 maggio 2015

Cortili e Giardini aperti – giornate nazionali A.D.S.I. di Patrizia Piazzini


Sabato 23 e domenica 24 maggio aperture straordinarie e visite guidate gratuite nelle dimore storiche di tutta la Toscana in occasione delle “Giornate Nazionali A.D.S.I.”, l’iniziativa promossa dall’Associazione delle Dimore Storiche Italiane con l’obiettivo di far conoscere al grande pubblico le Dimore Storiche e il loro patrimonio storico - artistico.

L’edizione 2015, che si svolge durante EXPO2015, si lega ai temi della tutela del paesaggio rurale e della tradizione enogastronomiche e sarà alla dedicata alla produzione agricola e viti-vinicola nelle dimore storiche; sarà un’occasione unica per visitare gratuitamente Palazzi, Ville e Castelli sedi di aziende agricole e fattorie con i loro  giardini, parchi monumentali e cantine storiche e ammirare il paesaggio trasformato nei secoli grazie al lavoro degli agricoltori nella provincia di Firenze, Siena, Pisa, Lucca e in Maremma.

Per due giorni i visitatori potranno scoprire le eccellenze del territorio e i suoi prodotti tramite visite guidate in cantine storiche e degustazioni nei giardini dei Palazzi, assaggiare le ricette di famiglia dei proprietari delle dimore storiche che verranno riproposte dai ristoratori della zona in nuovi menù rivisitati.
L’obiettivo delle Giornate Nazionali A.D.S.I., giunte alla quinta edizione, è quello di tutelare e valorizzare un importante patrimonio storico-culturale, paesaggistico e di tradizioni legate alle produzioni vitivinicola e olearia e artigiane che si sono tramandate nei secoli.

L’A.D.S.I. nasce nel 1977 con lo scopo di agevolare la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle dimore storiche e dei loro giardini ed evitare l’abbandono e la perdita di un patrimonio storico molto importante in Italia. Le dimore storiche spesso non sono musei e conservarle significa anche mantenerle vive attraverso nuove destinazioni compatibili con il loro passato, come accoglienza per turisti, organizzazione di eventi, mostre d’arte, aziende agricole.
Grazie alla collaborazione fra A.D.S.I. e il territorio di riferimento è stato possibile valorizzare e far conoscere al grande pubblico la bellezza e la storia delle dimore storiche e delle famiglie che vi hanno vissuto che continuano con un grande impegno nella salvaguardia del Patrimonio artistico privato.

Le Giornate Nazionali si svolgeranno con il supporto di Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Chianti Banca, Agenzia Generale di Empoli Iacopo Speranza e Associazione Culturale Città Nascosta e sotto il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e di Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Provincia di Lucca, Provincia di Massa Carrara, Provincia di Pisa, Provincia di Siena, Comune di Firenze, Comune di Lucca, Comune di Pisa, Comune di Siena.

Per maggiori informazioni e vedere il programma completo cliccate qui: www.adsi.it 
Per vedere tutti gli eventi cliccate qui: www.adsitoscananews.info

Il programma nel Chianti:
Sabato 23 maggio dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 19:00:



  • Villa Mangiacane(via Faltignano, 4 – San Casciano Val di Pesa): visite guidate gratuite, solo su prenotazione 055 8290123
  • Villa Antinori del Cigliano(via Cigliano, 17 – San Casciano Val di Pesa): visite gratuite al giardino e alla cantina – possibilità di degustazione a pagamento.       Info 338 9499544
  • Villa Montepaldi (via Montepaldi, 12 – San Casciano Val di Pesa): Centro di eccellenza per la Ricerca sulle Energie Alternative e Rinnovabili. Visite guidate gratuite alle cantine – possibilità di degustazione a pagamento. Info e prenotazioni 334 6760231
  • Castello Sonnino (via Volterrana Nord, 10 – Montespertoli): Visite guidate gratuite al cortile e alla fattoria (vinsantaia, archivio storico, cantine monumentali e orciaia). Possibilità di degustazione vini, oli e vin santo.  Pranzo leggero (bruschette miste, selezione di salumi, formaggi abbinati a miele e marmellate, primo piatto, vin santo e cantucci) e merenda (panini, baccelli e formaggio) a pagamento, con attività gratuite per i più piccoli. Info e prenotazioni 057 1609198 – 338 3772213
  • Villa Le Corti(via San Pietro di Sotto, 1 – San Casciano Val di Pesa): Visite guidate gratuite alle cantine e al parco – possibilità di degustazione e pranzo      all’"Osteria Le Corti” a pagamento. Info e prenotazioni 055 8293026
  • Giardino della Villa di Senzano(via Grevigiana, 63 – Loc. I Paolini – Mercatale Val di Pesa)
  • Castello Il Palagio(via di Campoli, 124/126 – Mercatale Val di Pesa, San Casciano Val di Pesa)
  • Castello di Gabbiano(via Gabbiano, 22 – Mercatale Val di Pesa, San Casciano Val di Pesa): Visita gratuita ai giardini e alla mostra, nelle sale del Castello, dell’artista Claudio De Col. Percorso trekking nei vigneti. Ore 11:00 visita al castello, alle cantine e degustazione dei vini del castello, al costo di costo 15 € p.p., solo su prenotazione 055 821053. Al ristorante “Il Cavaliere”, possibilità di degustazione in accompagnamento alla cucina tradizionale del territorio, solo su prenotazione 055 8218423
  • Castello di Vicchiomaggio(via Vicchiomaggio, 4 – Greve in Chianti): Visita gratuita al giardino. Alle ore 10.30 e alle ore 16:00 visita guidata gratuita alla cantina, solo su prenotazione 055 854079. Dalle ore 10:00 alle ore 18.30 possibilità di degustazione a pagamento.
  • Giardino di Villa Calcinaia(via Citille, 84 – Greve in Chianti): Visita gratuita al giardino. Ogni ora, visita guidata alla vinsantaia, alla cantina e degustazione, al costo di 5 € p.p. (gratuito per coloro che acquistano prodotti della fattoria). Info e prenotazione 392 6623362
  • Giardino della Villa di Vignamaggio(via Petriolo, 5 – Greve in Chianti): Visita gratuita al giardino – possibilità di visita alla cantina e degustazione a pagamento. Info e prenotazione 055 8546653
  • Fattoria Pasolini dall’Onda(piazza Mazzini, 10 – Barberino Val d’Elsa): Apertura anche Domenica 24 maggio. Visita gratuita alla cantina e al frantoio – possibilità di degustazione a pagamento. Info 055 8075019 – 335 383723
  • Villa Majnoni Guicciardini (via Due Giugno, 10 – Vico d’Elsa, Barberino Val d’Elsa): Apertura dalle 10:00 alle ore 13:00. Visita guidata gratuita al giardino e alla cappella. Info e prenotazioni 349 0900629.
  • Cappella di San Michele Arcangelo (Semifonte – Barberino Val d’Elsa) - Punto d’interesse: Cupola del Duomo della Val d’Elsa, architetto Santi di Tito
  • Giardino della Villa di Monaciano (località Ponte a Bozzone – Castelnuovo Berardenga)
  • Villa di Geggiano (via di Geggiano, 1 – Località Ponte a Bozzone, Castelnuovo Berardenga): Visita guidata gratuita al giardino, alla cantina e alla villa – possibilità di acquisto dei prodotti della dimora
  • Castello di Cacchiano (località Cacchiano, Monti in Chianti – Gaiole in Chianti): Visita guidata gratuita alle cantine e degustazione – 10:15/11:00/11:45/12:30/15:15/16:00/16:45/17:30/18:15). Info 057 7747018, inoltre possibilità di acquisto di vini della dimora
  • Giardino del Castello di Brolio (località Madonna a Brolio – Gaiole in Chianti SI): Apertura gratuita del giardino dalle ore 10:00 alle ore 13:00. Nello stesso orario, ogni 30 minuti, visita guidata alla collezione Ricasoli (biglietto € 3 a persona – gratuito fino a 12 anni). Possibilità di degustazione presso le Cantine Barone Ricasoli a pagamento. Info 057 7730280
  • Castello di Meleto (località Meleto – Gaiole in Chianti)Apertura anche Domenica 24 maggio. Visite gratuite al giardino e alle cantine. Sabato 23 maggio (ore 11:30/15:00/16:30) e Domenica 24 maggio (ore 11:30/16:00/17:00): visita guidata al piano nobile del castello, alle cantine e degustazione di tre vini, al costo di € 15 p.p. Info e prenotazioni 057 7749129
  • Giardino del Castello di Fonterutoli (piazza Giorgio la Pira – Località Fonterutoli, Castellina in Chianti): Visita gratuita al giardino. Dalle ore 15:00 alle ore 19:00 visita alla cantina a pagamento – possibilità di degustazione a pagamento. Info e prenotazioni 057 7741385
  • martedì 19 maggio 2015

    Dal 23 al 31 Maggio - Quattro eventi diversi tra loro ma molto interessanti


    per saperne di più: www.prolococertaldo.it



    per saperne di più scrivi a arkiwine@gmail.com 
    o chiama il numero 335 5388525



    Per saperne di più clicca su questo link www.facebook.com/events 
    o chiama al 339 1370605



    Per saperne di più clicca qui www.facebook.com/events 
    o chiama ai numeri 055 698335 o 393 8047329



    venerdì 15 maggio 2015

    MAGIE DI CERA, SAPONI E PROFUMI - FIRENZE



    Magie di Cera ci presenta una bellissima proposta di oggetti originali e innovativi in cera, un materiale affascinante non solo per i bambini ma anche per gli adulti. L'arte di modellare la cera ci può regalare delle bellissime opere d'arte, non solo candele ma anche orologi, vasi, insomma oggettistica per la casa di vario genere. Tutti gli oggetti vengono realizzati interamente a mano, dallo stampaggio alla decorazione. I materiali arrivano direttamente dal mondo della natura, essenze e colori atossici con risultati sorprendenti.

    Se anche tu vuoi imparare a creare candele colorate e profumate, saponi naturali ed oggetti vari, ricchi di antichi significati simbolici e percorsi incantati, puoi partecipare ai laboratori per bambini e adulti realizzati presso l'associazione culturale Cavaliere Azzurro o puoi organizzare un laboratorio al tuo evento. A disposizione un'ampia proposta di laboratori di vario genere e durata per ricorrenze speciali: comunioni, compleanni, matrimoni e eventi vari.

    Anche io mi sono divertito a fare una candelina a forma di stella a due colori, arancio e rosso, e per un momento è stato come tornare bambino. Come spesso ripeto nei miei scritti è importante per tutti, almeno a volte, ritrovare quel fondo fanciullesco custodito in ognuno e aperto alla meraviglia del mondo che ancora fa sognare. E per i bambini, sempre più tecnologici e meno abituati a esercitare la manualità nella loro quotidianità, non per colpa loro ma di una società che corre troppo velocemente, queste esperienze sono importanti per stimolare la loro infinita creatività, tenere la fantasia allenata e per un bel sorriso soddisfatto sulle loro facce. I bambini sono sempre più creativi ma hanno una manualità sempre minore, c'è sempre meno tempo e spazio per esercitarla e questi tipi di laboratorio offrono un'occasione da non perdere.”

    Per saperne di più scrivi a magiedicerafirenze@gmail.com e segui la pagina facebook https://www.facebook.com/Magiedicerasaponeprofumi




    lunedì 11 maggio 2015

    IL CHIANTI STORICO E LE TRE LEGHE


    Nei primi anni del Trecento la Repubblica fiorentina istituì le "Leghe" per organizzare il contado e per difendere il territorio in caso di guerra con Siena. Il territorio della Lega di Chianti ebbe come capoluogo Radda in Chianti ma comprendeva anche Gaiole in Chianti e Castellina in Chianti, poi c'era la Lega Val di Greve e la Lega di Val di Cintoia e Val di Robbiana ricordata negli Statuti del Capitano del Popolo (1322-1325). La Lega di Cintoia ebbe un proprio Statuto giurisdizionale e amministrativo e disponeva sui Consigli e sugli Uffici. Essa fu poi unita alla Lega di Val di Greve, insieme alla quale formò la Podesteria di Val di Greve fino alla seconda metà del XVIII secolo, l'antenata del Comune Grevigiano.
    La lega del Chianti fu una lega di città rurali, denominati popoli, che vennero dotati di uno statuto e il più antico risale al 1384. Per stemma ebbero l'immagine di un Gallo Nero su fondo oro. L'immagine in seguito, parzialmente modificata, divenne il simbolo del vino Chianti Classico.
    La lega sopravvisse anche alla fine delle lotte tra Firenze e Siena e, trasformatasi in semplice ripartizione amministrativa, fu soppressa solo nel 1774 dal Granduca Pietro Leopoldo e suddivisa nei tre comuni attuali.
    Nel 1716 il Granduca di Toscana Cosimo III emise un bando che decretava che i vini prodotti a Castellina, Gaiole e Radda potessero chiamarsi vini del Chianti delimitando quindi la zona vinicola Chianti fino ad includere circa i 3/5 del Comune di Greve. La successiva istituzione della Podesteria del Chianti con sede in Radda, vide l'inclusione dei tre comuni della vecchia lega del chianti e dell'intero comune grevigiano, allora ancora privo del suffisso "in Chianti" ma di fatto incluso in toto nello stesso. Con la creazione nel 1932 della zona vinicola Chianti questi quattro comuni ricaddero all'interno della sottozona denominata Classico.





    domenica 3 maggio 2015

    Femminili Plurali - Letture da “Passi Affrettati” di Dacia Maraini


    con
    Irene Calosci, Giovanni Di Costanzo, Francesca Ingold,
    Margherita Mugnai, Caterina Nepi
    "giovani attori del laboratorio teatrale Le ali di Icaro"

    e con
    Gioiella Bardelli, Maria Carla Bazzini, Daniela Belardini, Giulia Cappellini, Lorenza Posfortunato, Giovanni Romagnoli, Antonietta Scala, Patrizia Simonti, Lùcia Veronese
    "lettori volontari formatisi ai laboratori di Ginestra Fabbrica"


    Mise en espace Lorella Serni


    Luci e fonica Lorenzo Castagnoli

    Collettiva con opere fotografiche di Micolsara Frosinini, Clara Malvisi, Virginia Righeschi


    Una scrittrice molto nota parla di un tema molto discusso, l’opera Passi affrettati (Ianieri Editore, 2007), racconta storie di donne provenienti da mondi diversi, con un destino simile, testimonianze in prima persona riscritte con uno stile scarno ed essenziale, affidando tutto alla forza della parola. Abbiamo scelto voci autorevoli e nuove allo stesso tempo per affrontare il tema della violenza contro le donne, volutamente in una serata lontana da quelle date istituzionali ad essa dedicate: l’attenzione non deve mai venire meno, non puó mai venire meno.
    In un giorno qualunque parliamo di donne.
    Donne in fuga che camminano con passi affrettati, lungo percorsi e destini differenti. Passi affrettati che non portano mai a luoghi migliori, ma, con una cadenza intimamente condivisa, continuano una storia millenaria di sopraffazioni. Passi affrettati attraversano campi e cittá, e segnano con ritmo ora lieve ora battente un’eco lontana e cupa, riconosciuta sempre quando è troppo tardi. Passi affrettati vanno ogni giorno, non solo in corrispondenza di qualche sacra festa pubblica del massacro.
    Passi affrettati sono anche i nostri, che trasportati dalla nostra disattenzione ci allontaniamo da situazioni che ci inquietano. 
    Ma tutti questi passi risuonano con cadenza affine nel nostro essere.


    Lorella Serni Diplomata alla Bottega Teatrale Vittorio Gassman di Firenze. Inizia a lavorare al Teatro della Tosse di Genova con numerose produzioni per la regia di Tonino Conte, Egisto Marcucci, Lele Luzzati. Successivamente lavora con Mario Missiroli negli spettacoli Lulu e Il Vittoriale degli italiani (1991). Con Cherif interpreta Improvvisamente l'estate scorsa (1991), Arancia meccanica (1992), e L'omosessuale di Copi (1992, Taormina Arte). Nel 1993 è la volta di Chitra di Tagore, di Aoi e Hanjo di Mishima (Carnevale di Venezia, 1994) per la regia di Tito Piscitelli con cui prosegue la collaborazione fino a La forza dell'abitudine di Bernhard (1999). Incontra la Compagnia Krypton nel 1990 con cui lavora ad Alberi e Dino Campana, un poeta in fuga per la regia di Giancarlo Cauteruccio (1995). È Medea nello spettacolo Per amore da Corrado Alvaro, che Fulvio Cauteruccio reinterpreta in una originale chiave di lettura (2006). Con la regia di Cauteruccio ha poi impersonato Elettra in Orestea/action/9mm alla fine (2007), e la madre in Le Torri trasparenti (2008). È Sibilla Aleramo in Così bella come un sogno, drammaturgia originale di Lorenzo Bertolani, nella messa in scena a cura di G. Cauteruccio. Nel 2010 interpreta Le rose di Jurgen di G. Fanfani, regia di Con-fusione. È Cassandra in C.a.n.t.o. di P. Berdondini, regia di G. Cauteruccio. Nel 2012 interpreta il monologo Le Mani addosso di P. Nepi, regia di T. Trevisiol. Successivamente è Goneril in Re Lear di W. Shakespeare, regia di G. Pedullà. Tra le sue interpretazioni ricordiamo inoltre numerosi Concerti per voce e musica su La Divina Commedia e sulla poesia del Novecento.



    lunedì 27 aprile 2015

    E' USCITO IL NUOVO ROMANZO DI SUSANNA SOLIMAN: “LE DUE FACCE DI TE”


    Susanna Soliman nasce a Firenze, il 31 maggio 1986. Da sempre il suo interesse si è spinto verso la scrittura ed il mondo di internet. Il sogno della sua vita si divide in musica e parole. Dopo essere diventata mamma, a quasi diciannove anni, trova l’ispirazione che la porta a scrivere “C’era una volta… la vita tutta d’un fiato”, libro pubblicato nell’aprile 2011 e che esprime i principi guida di Susanna: forza, speranza e volontà. Gli stessi principi l’hanno condotta a scrivere questo secondo romanzo, che le permette di immedesimarsi in una donna compagna di un uomo di mafia. Attraverso ricerche, film e letture, nasce il suo nuovo romanzo dal titolo “Le Due Facce di Te”- Mafia e passione nell'ombra del silenzio edito da 13 LAB Editore. In questa storia ci sono l’amore, la mafia e la passione, uniti in un unico vortice da cui la protagonista non riesce ad uscirne. Il futuro di Susanna non è ancora scritto, è solo una ragazza normale che affronta la vita come tante altre e attualmente continua a scrivere articoli su vari siti internet e sta già pensando al seguito di Le Due Facce di Te.

    “Tutto è doppio in questo romanzo, il dolce e l’aspro di una storia d’amore, rivolta però verso l’uomo sbagliato, la fisionomia della Sicilia, terra splendida eppure avvolta nel fascino sinistro di Cosa nostra, l’ambivalenza della protagonista combattuta fra passione e senso di colpa. Il legame con la mafia arriva in silenzio, attraverso la lusinga di una vita più bella e comoda, in un clima di complicità pigra e generale. Roberta è una giovane che si affaccia alla vita e che s’innamora follemente di un uomo, del quale scoprirà soltanto col tempo l’aspetto oscuro, collegato alla mafia.”


    Per acquistare il libro clicca qui www.13lab.it/le-due-facce-di-te-mafia



    SEGUI SUSANNA:













    Condividi liberamente senza modificare, citando sempre chi è l'autore. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001