Translate

domenica 22 marzo 2015

La Toscana Verso l'Expo 2015 - dal 27 al 29 Marzo 2015 tre giorni a Siena all'insegna della cultura enogastronomica


Toscana Terra del Buon Vivere 27 28 29 marzo, tre giorni di cultura enogastronomica e convivialità, anteprima d’eccezione della Toscana ad Expo 2015, evento promosso dalla Regione Toscana in collaborazione con il Comune di Siena e la Camera di Commercio di Siena e organizzata da Artex, Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana.

Protagonisti: chef, cuochi, il vino, i prodotti agroalimentari e la cucina toscana, testimoni di uno stile di vita sano e autentico. Testimonial lo chef stellato Marco Stabile, in collaborazione con l’Associazione JRE, Jeunes Restaurateurs d’Europe.

Tanti gli eventi in programma a Siena, 27 28 29 marzo in Piazza del Campo (ingresso libero su prenotazione, specificare giorno, evento e orario) e Piazza del Mercato – Tartarugone (ingresso libero). 

Cucina live e dimostrazioni gastronomiche a cura degli Chef JRE, di cuochi e chef toscani e degli studenti degli Istituti Alberghieri della Toscana, presentazione e degustazione dei prodotti DOP e IGP, di vino, olio e prodotti agricoli e agroalimentari toscani.

Negli stessi giorni nella Piazza del Mercato si svolgerà il Mercato dei prodotti agricoli e agroalimentari toscani, un’occasione per scoprire le straordinarie produzioni agroalimentari della Toscana. (Ingresso libero)


Per saperne di più segui l'evento ai seguenti link:






martedì 17 marzo 2015

Sabato 22 e domenica 23 marzo 2015 Sagra delle Frittelle a Montefioralle (Greve in Chianti)


In uno dei borghi più belli d'Italia si rinnova l'appuntamento annuale nel fine settimana di San Giuseppe con le frittelle di riso. Quest'anno è la 46° SAGRA DELLE FRITTELLE. In questo luogo magico dove si respira aria medievale, a poca distanza da Greve in Chianti, dell'antico castello rimane ancora la cerchia di mura che limita il caratteristico borgo costruito a semicerchio attorno alla chiesa di Santo Stefano, una poderosa costruzione turrita, e la quasi totalità delle strutture che sono rimaste originiarie, con le stesse strade selciate, i passaggi sotto le mura, gli affacci che si aprono sull'ampia vallata. 

Le "frittelle rispettano l’antica ricetta. Sono frittelle di riso cotto nel latte, amalgamato con le uova e fritto nell'olio. Durante la sagra le frittelle sono fritte in un padellone gigante.

La sagra è prevista dalle 15 di sabato e dalle 10 di domenica. Il comune di Greve in Chianti organizza un servizio navetta gratuito da Piazza Trento a Greve fino al Castello di Montefioralle, con partenze ogni 30 minuti. Spettacoli e musica dal vivo sono in programma nel pomeriggio di domenica.
Negli stand gastronomici oltre alle frittelle dolci, le protagoniste assolute della sagra, si potranno gustare anche panini, crostini, vino e vinsanto di Chianti Classico. 


giovedì 12 marzo 2015

VALERIA SEROFILLI E LE SUE METAFORE UVA E AMORE

Valeria Serofilli è docente di Lettere presso gli Istituti d'istruzione secondaria e come operatrice culturale Presidente del Premio Nazionale di Poesia “Astrolabio” e organizzatrice degli Incontri Letterari presso lo storico Caffè dell'Ussero di Pisa e di Villa di Corliano. Dirige le collane “I libri dell'Astrolabio” e “I Quaderni dell'Ussero” per puntoacapo Editrice; è collaboratrice di riviste nonché curatrice del proprio sito letterario www.valeriaserofilli.it Autrice di poesia, narrativa breve, saggistica e testi di prosa ha pubblicato otto libri e i suoi testi sono inseriti in numerose riviste e antologie.


Vendemmia”
dall' Opera Prima "Acini d'Anima", Pisa 2000

Si sgrondano parole fradice
schiccherellando uva.
Sui filari vermigli
di grappoli assolati
pampini si attorcigliano.
Scricchiolano nei tini chicchi calpestati.
Estasi di mosto.
Scoppia la bolla:
il grappolo cade e
recide la cesoia quello che non è.
Pure, scorgere auli lasciati
fra tralci avviticchiati.


"Intima essenza" (Vendemmiale) “
da Tela di Eràto, Sovera multimedia, Roma 2004

Stilla/ acqua sapida/ da ancestrali voglie
Mosto vivo/ di maturato sole ancora intriso/ nel lento caldo abbraccio dell' amore
Viticcio che avviluppa in un sol corpo

Interne estati trasudino
in maturate vendemmie
Ora urge il tempo del raccolto
ceste in fronte
andature gioconde e rubiconde:
mai sopite estasi risorte!

Ragione non intacchi il turbinio di dionisiache danze
parole fradice d' uva/ tra risa sgrondate
nel vermigliar dei tini

non rallenti il tumido spremere
dal chicco l'intima essenza.

Possa sgorgare ancora a sorsi
nettare nuovo di miele
da labbra tue/mie
travaso vitale/liquore irreale.

Avviluppati a me/tralcio maturo
e mi annodi
di questo tempo un pampino
i capelli!


L'anima del vino e il poeta”
inedita

Omaggio a “L’anima del vino” e a “Il vino solitario” da I Fiori del male
di Charles Baudelaire”

Personaggi del dialogo: l’Anima del Vino
il Poeta

-- Sei forse un poeta tu che alla Sagra
di musica e di vita / cospargi fogli
di tanto sentimento?
E parole spargi a sera
di ebbro / fine tormento?
A me, balsamo salvifico / ambrosia vegetale
attingi pure idee / pensieri, voglie
per far quel manufatto che il tempo non usuri
né mai vena condanni ad
arsura
Aspergine le pagine / che senza me son pallide
e prive di ogni palpito / di gioia, acme e speranze
feconda il pallore
di echi e risonanze / dissonanze
Così l’Anima del Vino dalla vitrea prigione / e senza ceralacca
della sua essenza uscivano / le più vere ragioni

E il Poeta scriveva:
“Ora tu qui / alchemica mistura
ed il pallore si farà dunque rubino
fecondo di ebbrezza e dolci attese
paghe di amplessi e di sorprese…”


Dalla bottiglia esulta l’Anima del Vino: - Ma è un capolavoro! E’ certo che
di vita, giovinezza / poesia, musica, ebbrezza
d’inchiostro e sorso / è qui avvenuto,
per sete di poeta, il fertile connubio! -


Ebbra”
Dall’audiolibro “Nel senso del verso” ( ETS Pisa,2006) rappresentato nello stesso anno in forma di spettacolo al teatro Verdi di Pisa

Ora tu qui / alchemica mistura
ed il pallore si farà dunque rubino
fecondo di ebbrezza e dolci attese
paghe di amplessi e di sorprese

Nata appena / come d’uva il mosto
Appena sorta / com’alba da tramonto
Schiusa / pistillo da corolla:
liquida / com’acqua di sorgente

Tempo è di berci / chimerico piacere
tempo è di sorsi, aliti ed essenze:
il tuo fiato da noi trasfonde
e si alimenta
e ne accresce l’orlo e lo trabocca

Vendemmia di pelle / occhi negli occhi.
Se è tutto inganno
inganno sia
perché è questo
il più dolce annegamento!


Testo interpretato dal soprano Alessandra Micheletti





Riferimenti:





PREMIAZIONE PREMIO NAZIONALE DI POESIA "ASTROLABIO"




sabato 7 marzo 2015

Le mie Ceramiche di Ambra Pampaloni, via Verdi 8/r Firenze



"Ho aperto il mio piccolo laboratorio di ceramica nel 1999, portando avanti la tradizione di famiglia. I miei genitori, infatti, possiedono un'impresa che produce ceramica artistica nei pressi di Montelupo Fiorentino. Fin dall'inizio, ho cercato di unire professionalità e disponibilità per offrire ai miei clienti, non solo un prodotto di pregio ma un bel ricordo della vacanza trascorsa a Firenze. Amo moltissimo il lavoro perché, non solo mi consente di scoprire e riscorire la tradizione artistica fiorentina ed in particolare della maiolica montelupina, ma mi porta a conoscere persone nuove ampliando i miei orizzonti.
La grande passione per l'arte della ceramica e per la storia dell'arte mi porta a studiare sempre nuove decorazioni, in modo che i miei lavori siano in continua crescita e perfezione. Quando dipingo, infatti, mi sento come ispirata e pervasa da profonda gioia e pace poiché penso, che il piccolo oggetto che sto producendo sarà fonte di bellissime memorie del tempo trascorso insieme alle persone care. Mi piace girare per il centro di Firenze, respirare l'aria dell'arte e della cultura, scoprire angoli nascosti e preziosi della città, piccoli cenni di storia dimenticati, confondermi tra la gente per comprenderne i gusti e costumi, a volte così diversi e lontani dai nostri. Il mio negozio, trovandosi nel centro, vicino alla meravigliosa Piazza santa Croce, offre tantissimi scorci di rara bellezza, da ammirare e riammirare. La chiesa, con i suoi affreschi e le sue sculture, ti riempie il cuore e gli occhi di meraviglia. Sapere che quella piazza, forse non la più importante o maestosa di Firenze, è stata attraversata da personaggi illustri come Dante o Foscolo, la rende sempre affascinante e ricca di cose da scoprire"

 Ambra Pampaloni 

segui la pagina facebook Le mie ceramiche www.facebook.com/furfetta



Riproduzione del Ponte Vecchio

Giglio fiorentino con decorazione ripresa da antico piatto del 500
Decoro occhio di pavone, diffuso nell'Italia centrale.Secondo gli studi del ceramologo Ballarini, esso si caratterizza dal decoro a forma di occhio di pavone di derivazione orientale, legato anche a significati simbolici di vita eterna e immortalità dell'anima

Decoro primavera, utilizzando i colori della ceramica tradizionale montelupina, mi sono dedicata a creare un decoro nuovo, aggiungendo un po' di rosso lacca, in onore dei campi di papaveri primaverili





sabato 28 febbraio 2015

PRESENTAZIONE LIBRO "GLI OCCHI INTERIORI" DI LEONARDO MANETTI ALLA BIBLIOTECA DI GREVE IN CHIANTI IL 6 MARZO ALLE 17,30



Nel corso della rassegna delle Presentazioni dei Libri alla Biblioteca Comunale di Greve in Chianti (piazza Terra Madre) organizzata dal Comune di Greve in Chianti, venerdi 6 marzo alle ore 17,30 ci sarà la presentazione del libro di poesie “Gli occhi interiori” di Leonardo Manetti

Coordinerà l’evento Lorenzo Lotti, Assessore alla Cultura, interverranno Annamaria Pecoraro (Poetessa e Giornalista) e Emanuele Martinuzzi (Poeta e Filosofo), la lettura delle poesie sarà di Elena Leica (poetessa). Sarà presente l'autore. 

Gli occhi interiori fa parte della Collana Vianesca/Poesia dell'editore Marco del Bucchia. Una raccolta di Poesie sulle inquietudini, gli affetti, l'amore, il sociale, e per concludere una riflessione interessante sulla poesia di oggi. La prefazione è a cura di Annamaria Pecoraro e il disegno di copertina della pittrice Tatjana Goex.











Condividi liberamente senza modificare, citando sempre chi è l'autore. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001